Renzi e Calenda volevano rappresentare l’Italia che produce, sono diventati l’ennesimo centrino irrilevante

renzi e calenda volevano rappresentare l’italia che produce, sono diventati l’ennesimo centrino irrilevante

Renzi e Calenda flop alle elezioni europee

Matteo Renzi e Carlo Calenda non si sono mai amati. Eppure il primo volle il secondo come ministro per lo Sviluppo all'epoca in cui fu premier tra il febbraio del 2014 e il dicembre del 2016. Il secondo mantenne la carica fino al maggio del 2018 e di lui la stampa lodarono le doti di uomo competente e potenziale leader di un centro-sinistra pro-business. In un certo senso, gli stessi che avevano elogiato il fiorentino, si ritrovarono a rimpiazzarlo con l'ex dirigente d'impresa romano. Chissà che la reciproca antipatia tra i due non nacque per questo, oltre che per il carattere non facile. [sommario]

Perso un terzo dei voti per strada

Fatto sta che, pur detestandosi persino pubblicamente, Renzi e Calenda si ritrovarono a correre insieme alle elezioni politiche del 2022. Separatamente, temevano di non riuscire a superare lo sbarramento del 4%. Ottennero il 7,73%, che non fu proprio un exploit, ma bastò a consentire agli ex piddini di restare in Parlamento. I due galli nel pollaio si erano prefissi di diventare il centro di gravità permanente del mondo dell'impresa. Insomma, tra una destra "populista" e una sinistra attratta dal richiamo della giungla - pensarono - gli elettori moderati avrebbero puntato sul Terzo Polo, tanto più che Forza Italia non fosse già da tempo quella degli anni d'oro. Domenica sera, a seggi chiusi scopriamo che Renzi e Calenda non superano lo sbarramento del 4%. Forza Italia quasi sfiora il 10%, invece, pur priva del suo leader fondatore da un anno. I due non hanno corso insieme, perché nel novembre scorso si sono separati. Non un fulmine a ciel sereno. Nessuno avrebbe scommesso un euro sul loro matrimonio. Persino i bond venezuelani risulterebbero più sicuri. E così, l'ex premier si è unito alla lista +Europa di Emma Bonino per dare vita a Stati Uniti d'Europa. Un successo mediatico senza consenso di base: 3,77%. Azione dell'ex ministro raccoglie un altro 3,34%. Insieme, avrebbero conquistato poco più del 7%. Considerati anche i consensi di Bonino alle politiche, una perdita complessiva del 3,56%, un terzo del totale.

Paradosso ex Terzo Polo: più votato al Sud

Renzi e Calenda colpiti dall'alto astensionismo, titolano i giornali. Ma se fosse così, evidentemente non hanno rappresentato quelle idealità tali che smuovono gli elettori in tornate come le europee. E il paradosso sta nei numeri. Coloro che avrebbero voluto rappresentare i ceti produttivi, a conti fatti hanno fatto malissimo proprio al Nord. Addirittura, Stati Uniti d'Europa ottiene il suo migliore risultato al Sud, dove sfiora il 5%. Al Nord Ovest si ferma al 3,76% e al Nord Est al 3,05%. Azione ha fatto relativamente meglio al Nord, ma con punte di appena il 3,79% nel Nord Ovest. Insomma, niente di apprezzabile. Qual è stata la causa del flop? Al di là della scarsa credibilità di leader che si uniscono e dividono "ad acta", la sostanza è che il ceto produttivo in Italia ha scelto il centro-destra. Ed è così da decenni, mentre c'è una minoranza di tecnocrati e politologi che continua ad intestardirsi nella ricerca di spazi elettorali inesistenti, tra l'altro confondendo lucciole per lanterne. Renzi e Calenda occupano quel centro, che storicamente in Italia non è mai stata un'area pro-business, bensì interclassista e tendenzialmente concertativa. La vecchia Dc del debito pubblico, senza girarci troppo intorno.

Renzi e Calenda traditi da percezione di sé

Non è un caso che il principale risultato le due liste sommate lo abbiano ottenuto al Sud alle europee. E' quella parte d'Italia in cui il centro clientelare (non stiamo sostenendo che lo siano i due partiti suddetti) è stato sempre più forte e che, però, mal sopporta di rintanarsi a sinistra. Alle politiche di due anni fa, effettivamente i maggiori consensi Renzi e Calenda li ebbero al Nord. In Lombardia superarono il 10%. Si erano illusi di essere diventati i nuovi Ronald Reagan e Margaret Thatcher de noantri. Forse, avevano iniziato a capire come stessero realmente le cose quando i loro consensi non solo non decollarono dopo le elezioni, ma iniziarono ad arretrare. Ognuno è libero di percepirsi come si vuole, ma alla fine è bene prendere atto di quello che gli altri percepiscono di noi. [email protected]   

L'articolo Renzi e Calenda volevano rappresentare l’Italia che produce, sono diventati l’ennesimo centrino irrilevante proviene da Economia - Investireoggi.it.

OTHER NEWS

1 hour ago

Inter, Sebastiano Esposito va all'Empoli: accordo raggiunto, i dettagli

1 hour ago

Juve, Douglas Luiz in settimana. Koopmeiners e Thuram gli obietti in entrata

1 hour ago

Volkswagen California: libertà e avventura per esplorare l'Europa

1 hour ago

Video. Golden Retriever decide di infastidire la sorella: la sua reazione fa il giro del mondo

1 hour ago

Colle Val d’Elsa, Piero Pii eletto sindaco con il 52,5%

1 hour ago

Montecatini, il ballottaggio: risultati in diretta, il confronto Baroncini Del Rosso

1 hour ago

Ricci nuova sindaco di Rapallo con 52,61% dei voti

1 hour ago

Revolut porta il programma fedeltà RevPoints in Italia: cos'è e come funziona

1 hour ago

Salute, dermatologo Paro Vidolin: "Per vitiligine dopo 40 anni abbiamo un farmaco"

1 hour ago

La riforma pensioni è un ritorno flessibile allo schema Dini?

1 hour ago

Kiev dopo gli attacchi: la Crimea è zona di guerra, non di turismo. Mosca convoca l'ambasciatore Usa

1 hour ago

Strade come fiumi a San Piero in Bagno: il maltempo colpisce l’Appennino romagnolo

1 hour ago

Migliori monitor PC 27 pollici (giugno 2024)

1 hour ago

Toprak Razgatlioglu, la situazione: le parole di Kenan Sofoglu, la smentita di BMW e le tre strade che portano alla MotoGP (una in Italia)

1 hour ago

Wolff porta cattive notizie: "Non credo che questo accada al momento".

1 hour ago

Logitech Keys-To-Go 2, la nuova tastiera portatile per tablet | Prezzi

1 hour ago

Bora sostenuta, raffiche fino a quasi 100 km/h a Trieste

1 hour ago

iPhone 16 Pro, nuovi disegni CAD confermano il design e tasto "cattura"

2 hrs ago

Tim fissa per il primo luglio la cessione della rete a Kkr. Ecco cosa accadrà dopo

2 hrs ago

Sara Funaro nuova sindaca di Firenze: “Dedicato a mio nonno, anche io ho sposato la città”

2 hrs ago

«Inside Out 2» diventa adolescente con Ansia e Noia. Ed è un vortice di emozioni

2 hrs ago

L’Inter vuole trattenere Calhanoglu ma valuta anche 3 alternative

2 hrs ago

Juventus, clamoroso: quasi fatta per Thuram

2 hrs ago

Ballottaggi comunali: il centrosinistra fa l’en plein a Firenze, Bari, Perugia e Potenza

2 hrs ago

Giorgia Soleri “lerciona”: lite social con una giornalista

2 hrs ago

Campi Flegrei, Musumeci: «Gravissime responsabilità di Regione e Comuni, entro 15 giorni commissario»

2 hrs ago

L’Italia del decollo: la nascita della società automobilistica FIAT

2 hrs ago

La storia di Pippa Bacca in un film

2 hrs ago

L'asse Putin-Kim infastidisce la Cina

2 hrs ago

Alessio Mantellassi (Pd) è il nuovo sindaco di Empoli. Sconfitto Masi al ballottaggio

2 hrs ago

La Tv argentina fa un regalo a Insigne! "Sembri Maradona", guardate la reazione | VIDEO

2 hrs ago

Prova in anteprima BYD Tang: l’abbiamo guidata e vi diciamo come va

2 hrs ago

Jacopo a 11 anni lavora nella vigna del papà per comprarsi le scarpe, poi cambia idea e dona 1.200 euro all'ospedale Gaslini di Genova

2 hrs ago

Chi sono i nuovi consiglieri comunali a Bari con Leccese sindaco: tutti i nomi

2 hrs ago

M5s attacca Sangiuliano: la gaffe su Colombo e Galilei

2 hrs ago

Ballottaggio 2024, Avellino: Laura Nargi sindaco

2 hrs ago

Caso Di Lorenzo, nuovo vertice in programma tra l'agente e Conte: potrebbe presenziare anche ADL

2 hrs ago

Tennis: classifica Wta sempre dominata dalla Swiatek

2 hrs ago

Sara Funaro prima sindaca di Firenze: «Sento l'emozione, dedico la vittoria a mio nonno». Chi è la nuova prima cittadina

2 hrs ago

Il Signore degli Anelli: La Compagnia dell'Anello, quali sono le differenze più note fra film e libro?