Perché non ha senso vendere una quota di Eni (e delle altre partecipate)

perché non ha senso vendere una quota di eni (e delle altre partecipate)

INDONESIA-ENERGY/

Benvenuti su Outlook, la newsletter di Repubblica che analizza l'economia, la finanza, i mercati internazionali.

Quello che so sui mercati finanziari e l’economia l’ho imparato lavorando per una delle principali Sim di Piazza Affari, le società che comprano e vendono i titoli in Borsa per i grandi investitori. L’ho portato con me quando sono diventato giornalista di Repubblica dove, tra le altre cose, mi sono occupato di inchieste e grandi scandali come quello di Parmalat, contribuendo a smascherare i suoi bilanci falsi.Ogni mercoledì parleremo di società quotate e no, di personaggi, istituzioni, di scandali e inchieste legate a questo mondo. Se volete scrivermi, la mia mail è [email protected].

Buona lettura

Walter Galbiati, vicedirettore di Repubblica

Con 2.442 miliardi di titoli di Stato in circolazione fa sorridere l’idea che il governo Meloni e il ministro dell’Economia Giancarlo Giorgetti si siano precipitati a vendere agli investitori istituzionali il 2,8% di Eni, il colosso dello Stato attivo nel settore dell’energia e a far credere che si tratti di una operazione messa in piedi insieme con le altre cessioni per contenere il debito.

Una cessione inutile. La vendita ha portato nella casse del Tesoro 1,366 miliardi di euro, ovvero lo 0,056% dei nostri Btp, una cifra irrisoria che non serve minimamente a scalfire il debito nazionale, come non lo scalfirebbe nemmeno se Meloni centrasse l’obiettivo di vendere partecipazioni per 20 miliardi.

Gli incassi del governo. Ad oggi dopo la cessione del 37% del Monte dei Paschi che ha fruttato 1,6 miliardi e con la possibile cessione del 29% di Poste che attualmente vale 4,7 miliardi, siamo a 6,3 miliardi che con Eni (1,4 miliardi) e la cessione definitiva del Monte (altri 1,6 miliardi) si arriva a 9,3 miliardi, meno della metà dell’obiettivo fissato dal governo di cessioni di 20 miliardi e comunque lo 0,38% del nostro debito in titoli.

Solo per far cassa. Con buona pace della premier, e di tutti i precedenti governi che hanno avviato le grandi vendite di Stato, il debito non si riduce con le cessioni di quote di società pubbliche. Al massimo – ma serve il coraggio di ammetterlo – questi collocamenti servono a tamponare il deficit e per realizzare con i soldi raccolti qualche manovra economica per abbonirsi una fetta di elettori.

Una mossa sbagliata. Come gli imprenditori in crisi o le famiglie indebitate, il ministro Giorgetti non ha fatto altro che cedere un bene capitale, come il 2,8% dell’Eni, per far fronte alle spese correnti che il governo sarà tenuto a sostenere quest’anno. Nel 2023 il deficit dell’Italia era stato pari al 7,2% del Pil, circa 150 miliardi di euro, e per il 2024 si stima, stando ai dati dell’ultimo Documento di economia e finanza (Def) pubblicato il 18 aprile, sarà pari al 4,3% (circa 93 miliardi).

Per raggiungere questo obiettivo, comunque al di sopra del 3% imposto dal Patto di Stabilità europeo, e mantenere qualche promessa elettorale, come il taglio del cuneo e dell’Irpef per cui servono 15 miliardi, Meloni & C devono fare cassa in qualche modo.Ecco allora il ricorso alla cessione di parti di società il cui controllo rimane saldamente in mano al governo.

Non si privatizza... Di certo non si può parlare di privatizzazioni perché il Mef, pur cedendo il 2,8% e passando dal 4,8% al 2% di Eni, mantiene il controllo sul colosso energetico attraverso il 28,5% in mano alla Cassa Depositi e Prestiti, a sua volta controllata dal Mef con l’82% del capitale. Lo stesso discorso vale per Poste, mentre l’unica vera privatizzazione sarebbe quella del Monte dei Paschi, statalizzata per far fronte alla crisi del gruppo a seguito dello scellerato acquisto di Antonveneta e ora rimessa sul mercato per pochi spiccioli dopo aver versato oltre 7 miliardi dei contribuenti nel risanamento del gruppo.

… si svende. Vendere queste partecipazioni è un ulteriore impoverimento per lo Stato perché riduce il flusso di dividendi che garantiscono, che è poi il vero motivo per cui le cessioni proposte con uno sconto sul prezzo di mercato, vanno a ruba. Agli investitori non sembra vero di poter comprare titoli che offrono ottimi rendimenti a un prezzo inferiore a quello che pagherebbero in Borsa. E già questo aspetto dovrebbe far capire da parte sta la convenienza.

I mancati dividendi. Facendo i conti solo sugli utili realizzati da Eni, Poste e Monte dei Paschi lo scorso anno, cedendo le quote in programma il ministero dell’Economia rinuncerebbe a 1,9 miliardi di dividendi. Un danno per tutti gli italiani, a cui si sommano gli sconti sui titoli per chi li compra e le commissioni pagate alle banche d’affari e agli avvocati che curano il collocamento.

Esistono alternative. La strada per contenere il debito è un’altra e l’hanno capita Paesi come il Portogallo che ha ridotto il debito in rapporto al Pil dal 134,9% del 2020 al 99,1% del 2023 grazia a un avanzo primario positivo, ma anche intervenendo sul mercato del lavoro e dell’educazione, semplificando la burocrazia e favorendo la competizione economica.

Si potrebbero quindi accettare le cessioni di beni capitali, come le quote di Eni, se gli incassi venissero usati non per tamponare i deficit o finanziare le proposte da campagna elettorale, ma per investire in iniziative in grado di supportare la crescita, come per esempio creando centri di eccellenza capaci di trascinare l’economia.

OTHER NEWS

48 minutes ago

Gigantesca frana in Papua Nuova Guinea: un "disastro senza precedenti", si temono 670 vittime

48 minutes ago

’Speroni’: trionfa il Milan nel ricordo di Giuseppe

54 minutes ago

Test per l’Helicobacter Pylori. Ora ci pensano le farmacie

54 minutes ago

Ilary Blasi, quanto è costato il documentario "Unica"? Cifra da capogiro

54 minutes ago

Violenta grandinata. Scantinati allagati

59 minutes ago

Classifica piloti dopo il Gran Premio di Monaco

1 hour ago

Leclerc: "Nel finale ho pensato a mio papà, era il nostro sogno"

1 hour ago

Springsteen, rinviati i concerti di Milano dell'1 e 3 giugno

1 hour ago

Cervello umano sempre più piccolo, dimensioni ridotte del 13%: la (possibile) spiegazione

1 hour ago

La classifica finale del Giro d’Italia 2024. Pogacar in rosa, ultima tappa a Merlier

1 hour ago

Leclerc in lacrime, la dedica al papà morto: «Negli ultimi 15 giri pensavo solo a lui, vincere e Monaco era il nostro sogno»

1 hour ago

Verstappen ha dovuto trattenersi: "Ha guidato a quattro secondi dal ritmo normale".

1 hour ago

Magnussen non è consapevole di aver commesso alcun illecito: "Non vedo come possa essere colpa mia".

1 hour ago

Classifica costruttori dopo il Gran Premio di Monaco

1 hour ago

MotoGP | Martin: "Ho usato troppo le gomme con Acosta, non ne avevo più con Pecco"

1 hour ago

MotoGP | Marquez: “La rimonta? Non ne sono orgoglioso”

1 hour ago

MotoGP 2024. GP di Catalogna. Pecco Bagnaia sulla caduta all'ultimo giro: "Sono entrato più piano del giro prima" [GALLERY]

1 hour ago

"Bike hotel presi d’assalto. In primavera 100mila presenze"

1 hour ago

Stasera in TV: film e programmi di oggi domenica 26 Maggio

1 hour ago

Uomini e Donne, ex coppia pronta a sbarcare a Temptation Island: "Saranno una delle nuove coppie"

2 hrs ago

Caccia, mostra delle polemiche. Le doppiette espongono i trofei. Gli animalisti: "Diseducativo"

2 hrs ago

Endless Love Anticipazioni Puntata 27 maggio 2024: Tarik contro Kemal!

2 hrs ago

Studentessa 16enne cacciata dal ballo di fine anno del liceo perché in giacca e cravatta. Lei: «Sono sotto choc»

2 hrs ago

Citroen C3: il prezzo con e senza i nuovi incentivi auto 2024

2 hrs ago

Kata, scontro su Schmidt: "Sparì nell’hotel occupato dal cugino di Funaro". Lei: "È morto, vergognati"

2 hrs ago

Sindaci sul piede di guerra: "Un altro parco eolico?. Non lo accetteremo"

2 hrs ago

Verissimo: Holden di Amici parla per la prima volta del padre Paolo Carta

2 hrs ago

Leclerc commosso "gioia indicibile, ho pensato al mio papà'

2 hrs ago

Azioni Trump Media (DJT): evitate questa futura macchina di diluizione

2 hrs ago

Lenny Kravitz compie 60 anni: “Non sono mai stato meglio, bisogna scrollarsi di dosso tutti gli stereotipi”

2 hrs ago

Le parole di Stoltenberg agitano la politica italiana, Salvini: "Si dimetta". Tajani: "Collegialità"

2 hrs ago

L’addio amaro di Luciano Benetton: "Tradito dai manager, vado via". Edizione pronta a cambiare rotta

2 hrs ago

Rama-show nel Varesotto, battute su Bossi e la sua canottiera

2 hrs ago

Azienda a fuoco, distrutto uno dei capannoni

2 hrs ago

Domenica In: ultima puntata la settimana prossima, ma Mara Venier non lascia

2 hrs ago

L'oroscopo del 26 maggio 2024 di Branko

2 hrs ago

Trump manda in estasi Salvini con la fasulla equazione Usa: i dem stanno alla guerra come i repubblicani alla pace

2 hrs ago

Tensione tra Nato e Lega. Salvini: «Stoltenberg o si scusa, o rettifica, o si dimette». Pronto odg di censura

2 hrs ago

MotoGP | Bagnaia: "Ho scelto la curva 5 per il sorpasso, volevo sfatarla"

2 hrs ago

Meloni: "Il mio obiettivo è una maggioranza di centrodestra e portare la sinistra all'opposizione"

Kênh khám phá trải nghiệm của giới trẻ, thế giới du lịch