Haller, dal tumore al trionfo: un suo gol regala la Coppa d’Africa alla Costa d’Avorio. Battuta in finale la Nigeria di Osimhen

haller, dal tumore al trionfo: un suo gol regala la coppa d’africa alla costa d’avorio. battuta in finale la nigeria di osimhen

FBL-CAN-2024-CIV-NGR-FINAL

E’ stato una sorta di cubo di Rubik infinito, quello completato in tante mosse dalla Costa d’Avorio, che per la terza volta nella sua storia ha vinto la Coppa d’Africa. Battendo in finale la Nigeria di Osimhen, gli elefanti hanno risolto un rebus senza apparente soluzione dopo il tracollo con la Guinea Equatoriale nel girone di qualificazione: un 4-0 che lasciava chance di ripescaggio praticamente nulle. Lo sapevano bene i giocatori, in lacrime al centro del campo, umiliati davanti alla propria gente. Lo sapeva anche il tecnico Jean-Louis Gasset, dimessosi – o dimesso d’ufficio, cambia poco – per far posto a Emerse Faé, esperienze nell’Under 23 e poco più.

La favoia di Haller, dal tumore al trionfo

Lacrime di dolore diventate di gioia, metafora simile a quella dell’uomo del destino, Sebastien Haller. L’attaccante chiamato dal Borussia Dortmund per sostituire Haaland. Nell’estate del 2022 era stato appeso a un filo, come calciatore e soprattutto come uomo: un tumore ai testicoli, due operazioni e 4 cicli di chemio. Il gol del 2-1, uno splendido tocco acrobatico volante su un cross del folletto Adingra, uomo di De Zerbi al Brighton, è stato un capolavoro di tempismo e tecnica. Una palla buttata in rete proprio con lo scarpino che recitava la scritta ‘fuck cancer’. Gli ottantamila dello stadio di Abidjan hanno esultato tutti, tra loro uno scatenato Didier Drogba. Una bacheca piena per, l’ex Chelsea, ma niente Coppa d’Africa: se l’era vista soffiare una dozzina d’anni fa, intrappolato nella favola dello Zambia, vittoriosa in Gabon proprio lì dove la sua nazionale più bella di sempre era scomparsa in un incidente aereo venti anni prima.

L’incredibile cammino della Costa d’Avorio

Anche quella degli Elefanti è stata una favola. Si parte dal citato 4-0, poi il primo input dato da Ziyech: un suo gol ha permesso al Marocco (che non ne aveva bisogno) di battere lo Zambia e tenere in vita gli ivoriani. Ultimi ripescati, primo capitolo di un romanzo popolare proseguito contro i campioni uscenti del Senegal, ripresi con un rigore all’ultimo respiro di Kessie e quindi battuti proprio ai rigori. E ancora. Gli elefanti erano sotto di un uomo e di un gol contro il Mali (squadra tecnica, fisica e ingenua), poi è spuntata la legge degli ultimi secondi: il pari di Adingra al tramonto dei regolamentari, il colpo di tacco di Diakite in quello dei supplementari. All’appello con la storia mancava solo Haller: ha segnato alla RD Congo il gol che valeva l’accesso a quella finale che poi ha deciso.

Osimhen non incide

Si è persa sul più bello la Nigeria. Tutti aspettavano l’acuto di Osimhen (un gol, troppo poco) che però non è arrivato: isolato dalla tattica ivoriana, efficace nel togliere l’iniziativa ai nigeriani, nervoso al punto di andare al duro faccia a faccia con il romanista Ndicka. In campo con lui c’erano il milanista Chukwueze e l’atalantino Lookman, ma alla fine l’uomo più incisivo è stato un difensore: l’ex Udinese (ora al Paok) Troost-Ekong, che la Costa d’Avorio l’aveva stesa su rigore anche nel girone eliminatorio. Due colpi di testa, il primo vincente, che però non hanno invertito il destino. Franck Kessie invece lo ha invertito eccome. L’ex milanista era stato la prima decisione drastica del nuovo ct Faé, che lo aveva fatto fuori dopo il suo arrivo salvo poi richiamarlo quando il mare si è fatto tempestoso. E’ stato lui a segnare il gol del pari con un bel colpo di testa, e quel punto si è capito che la Nigeria avrebbe fatto la fine di chi l’aveva preceduta.

News Related

OTHER NEWS

Superbonus, come cambierà? Il ruolo delle ESCo

27 novembre 2023 Superbonus, come cambierà? Il ruolo delle ESCo Diverse le novità sul superbonus già approvate dal 1° gennaio 2024. Quali saranno gli ulteriori interventi per il futuro? L’agevolazione ... Read more »

Polmonite nei bimbi, picco contagi in Europa: rischio nuova pandemia? «Batterio pericoloso come un virus»

Polmoniti nei bimbi, picco contagi in Europa: rischio nuova pandemia? «Batterio pericoloso come un virus» Quanto deve preoccupare il boom di infezioni respiratorie e di polmoniti in Cina e i ... Read more »

Un Posto al Sole Anticipazioni 28 novembre 2023: Damiano scatena l'ira di Eugenio!

Un Posto al Sole Anticipazioni 28 novembre 2023: Damiano scatena l’ira di Eugenio! Nella puntata di Un Posto al Sole in onda su Rai3 il 28 novembre 2023, alle ore ... Read more »

Microsoft ha cancellato un gioco di calcio per la prima Xbox: il motivo? Electronic Arts

Microsoft ha cancellato un gioco di calcio per la prima Xbox: il motivo? Electronic Arts Garrett Young, ex sviluppatore Microsoft e veterano dell’industria con oltre 25 anni di esperienza ,è ... Read more »

Catene da neve: guida all’acquisto e all’installazione

Neve e ghiaccio possono rendere in inverno molto impegnative le condizioni delle nostre strade, dotarsi di catene da neve può rivelarsi quindi fondamentale per continuare a muoversi in piena sicurezza, ... Read more »

"Lo ha tradito anche Ilary. Ecco con chi". Corona torna alla carica e parla degli amanti della Blasi

“Lo ha tradito anche Ilary. Ecco con chi”. Corona torna alla carica e parla degli amanti della Blasi Il racconto fatto da Ilary Blasi nel suo docufilm “Unica”? Falso, almeno ... Read more »

Promozione Suzuki Swace, perché conviene e perché no

Promozione Suzuki Swace, perché conviene e perché no Con Solutions NoProblem, sconto di 3.000 euro e tre anni di garanzia, manutenzione e assicurazione furto e incendio Se amate le classiche ... Read more »
Top List in the World