Dalla patente alla tessera sanitaria: piano in più fasi per far partire l’It Wallet

dalla patente alla tessera sanitaria: piano in più fasi per far partire l’it wallet

Dalla patente alla tessera sanitaria: piano in più fasi per far partire l’It Wallet

Il decreto Pnrr approvato il 26 febbraio dal consiglio dei ministri istituisce ufficialmente il Sistema di portafoglio digitale italiano (IT-Wallet). Questo sistema avrà due volti: quello pubblico (accessibile dall’app IO) e le soluzioni private (IT-Wallet privato).

Sull’app IO a regime si potranno caricare e utilizzare una serie di documenti: i primi saranno la patente di guida, la tessera sanitaria, la carta europea della disabilità.

Ma occorreranno ancora diversi mesi e servirà innanzitutto un decreto attuativo con le linee guida che interverranno su vari punti: dalle caratteristiche tecniche e la tipologia dei servizi resi disponibili alle modalità di accreditamento presso l’Agenzia per l’Italia digitale dei fornitori delle soluzioni dell’IT-Wallet privato.

Il calendario, da quanto appreso dal Sole-24 Ore, prevede che entro l’estate ci sia l’integrazione dei tre documenti citati in app IO. Si potrà, a richiesta, aggiungere sull’app la versione digitale dei documenti ma per impiegarli nella prima fase solo per usi “off-line”, ad esempio per mostrare la patente in caso di un controllo delle forze dell’ordine. Il lancio ufficiale, quindi con la possibilità di usare l’app IO anche per operazioni e transazioni on-line con singoli service provider, ci sarà solo a fine anno o nei primi mesi del 2025. In mezzo, tra le due tappe, dovrebbe esserci un lancio di sperimentazione. I privati dovranno gradualmente attrezzarsi per “leggere” i documenti nella nuova versione e adeguare i loro processi per le transazioni, che potrebbero essere anche a pagamento. Si pensi, ad esempio, al noleggio di un auto sulla base della patente presente sul wallet o alla possibilità di fornire tramite questo canale tutti i documenti richiesti da una banca per accendere un mutuo.

Mentre i servizi privati potranno prevedere un contributo, la norma specifica però che l’emissione dell’It-Wallet pubblico per cittadini e imprese sarà gratuito. La realizzazione e gestione dell’infrastruttura per l’attuazione del sistema è demandata a PagoPa e Poligrafico dello Stato e quest’ultima curerà anche la gestione dell’infrastruttura dei sistemi di rilascio e verifica dell’identità digitale.

Al portafoglio presente sull’App IO si potrà continuare ad accedere sia con Spid sia con carta d’identità elettronica (Cie). Anche se, in considerazione dei maggiori standard di sicurezza garantiti, c’è da attendersi che i servizi privati più “critici” saranno accessibili solo con Cie. Del resto anche le dichiarazioni recenti del sottosegretario a Palazzo Chigi con delega all’Innovazione, Alessio Butti, sostenitore del principio di identità digitale “unica”, e la progressiva riduzione dei tempi di rilascio, fanno propendere per un sistema sempre più orientato alla Cie. Sulla norma per l’IT-Wallet, Butti parla di «un passaggio fondamentale nell’accelerazione del processo di digitalizzazione dell’Italia, un obiettivo prioritario per il governo Meloni. Questo strumento, al centro della nostra strategia di innovazione, da un lato consentirà ai cittadini un accesso sicuro e immediato a documenti e servizi digitali, dall’altro sarà un pilastro essenziale per l’incremento dell’efficienza della Pubblica Amministrazione».

Un ulteriore decreto dovrà definire nel dettaglio compiti e funzioni attribuiti a PagoPa e Poligrafico dello Stato. Questo provvedimento a definire la data a decorrere dalla quale sia l’IT-Wallet pubblico sia il sistema privato saranno resi disponibili. E verrà anche precisata la tipologia di servizi che potranno essere oggetto di remunerazione da parte del titolare del wallet e dei soggetti privati accreditati in qualità di erogatori di servizi.

L’intero progetto, fino ala messa in funzione dell’infrastruttura tecnologica, avrà un costo per lo Stato pari a 102 milioni per ciascuno degli anni 2024, 2025 e 2026.

News Related

OTHER NEWS

Superbonus, come cambierà? Il ruolo delle ESCo

27 novembre 2023 Superbonus, come cambierà? Il ruolo delle ESCo Diverse le novità sul superbonus già approvate dal 1° gennaio 2024. Quali saranno gli ulteriori interventi per il futuro? L’agevolazione ... Read more »

Polmonite nei bimbi, picco contagi in Europa: rischio nuova pandemia? «Batterio pericoloso come un virus»

Polmoniti nei bimbi, picco contagi in Europa: rischio nuova pandemia? «Batterio pericoloso come un virus» Quanto deve preoccupare il boom di infezioni respiratorie e di polmoniti in Cina e i ... Read more »

Un Posto al Sole Anticipazioni 28 novembre 2023: Damiano scatena l'ira di Eugenio!

Un Posto al Sole Anticipazioni 28 novembre 2023: Damiano scatena l’ira di Eugenio! Nella puntata di Un Posto al Sole in onda su Rai3 il 28 novembre 2023, alle ore ... Read more »

Microsoft ha cancellato un gioco di calcio per la prima Xbox: il motivo? Electronic Arts

Microsoft ha cancellato un gioco di calcio per la prima Xbox: il motivo? Electronic Arts Garrett Young, ex sviluppatore Microsoft e veterano dell’industria con oltre 25 anni di esperienza ,è ... Read more »

Catene da neve: guida all’acquisto e all’installazione

Neve e ghiaccio possono rendere in inverno molto impegnative le condizioni delle nostre strade, dotarsi di catene da neve può rivelarsi quindi fondamentale per continuare a muoversi in piena sicurezza, ... Read more »

"Lo ha tradito anche Ilary. Ecco con chi". Corona torna alla carica e parla degli amanti della Blasi

“Lo ha tradito anche Ilary. Ecco con chi”. Corona torna alla carica e parla degli amanti della Blasi Il racconto fatto da Ilary Blasi nel suo docufilm “Unica”? Falso, almeno ... Read more »

Promozione Suzuki Swace, perché conviene e perché no

Promozione Suzuki Swace, perché conviene e perché no Con Solutions NoProblem, sconto di 3.000 euro e tre anni di garanzia, manutenzione e assicurazione furto e incendio Se amate le classiche ... Read more »
Top List in the World